Ok ragazzi, non scherziamo! Non eravamo usciti dal tunnel del mal tempo e finalmente le giornate iniziavano ad essere miti e soleggiate?! Qui oggi sembra una domenica da pieno inverno e l’umidità è di quelle che ti fanno sentire freddo pure sotto il piumone! Già nostalgia per gli alberi quasi in fiore ed il panorama vivacemente bucolico… L’unica cosa che ci consola è la merenda. Ripetitive direi. Ma nella nostra cucina figuratevi se può mancare il dolce di domenica. Sacrilegio! Anche questa prelibatezza ci viene dal vecchio libiricino delle ricette delle donne di casa, un tempo era una preparazione frequente, oggi pare troppo complicata ma  in realtà è all portata di tutti, davvero! In pratica è come se si preparassero biscotti che poi vengono farciti. Tutto qua. Non ci sono particolari leggende a raccontare la loro bontà, sappiamo che nascono nell’800 a Prato, che prima venivano fatte con il pane raffermo e che con il tempo i grandi pastore hanno raffinato la preparazione e fatte diventare la squisitezza che sono oggi. La versione casalinga è semplice, è meno chic ma pur sempre ottima! Farete un figurone! Pesche Dolci bagnate all’Alchermes e ripiene di crema o cioccolato! Top!

IMG_20160312_105635

100 gr di burro a pomata

500 gr di farina “00”

3 uova

4 cucchiai di latte

175 gr di zucchero

1 pizzico di sale

la scorza di 1 limone

1 bustina di lievito per dolci

crema pasticcera

Alchermes q.b.

12421832_10208975801220388_143640364_n

In una terrina lavorate lo zucchero con il burro a crema, poi aggiungete le uova, la scorza di limone e un pizzico di sale.

Aggiungete mano a mano la farina e il lievito e formate un panetto.

Prendete ora una teglia ricoperta di carta forno e prelevate dal panetto tante palline della grandezza di una noce e adagiatele sulla teglia distanziandole di qualche cm tra l’una e l’altra.

Infornate a 180 gradi per 10/15 minuti all’incirca, fin quando non risulteranno dorate.

Poi, appena si saranno raffreddate, scavatele all’interno, in modo da creare uno spazio per accogliere la crema.

Prendete ora una ciotolina e versatevi l’Alchermes diluito con qualche cucchiaio di acqua, immergete ogni biscotto scavato nella bagna avendo cura di essere veloci.

Con un cucchiaino riempite di crema ogni incavo bagnato e accoppiate i biscotti a due a due, in modo da formare una pesca.

Rotolate le pesche nello zucchero semolato e adagiatele nei pirottini.

Appena terminate, mettetele  in frigo fino al momento di servirle; potete decorare le pesche con delle foglioline di menta fresca.

Dosi per 12/14 pesche di media grandezza.

Ilaria & Serena

10643347_10208975801420393_535721828_n

Se ti è piaciuta questa storia e questa ricetta faccelo sapere!

Noi siamo FoodBlogger ma prima di tutto ci sentiamo FoodLovers… a disposizione di chiunque volesse fare del proprio momento eating un’occasione speciale!

Per qualunque informazione su di noi o su ciò che facciamo, scriveteci una e-mail a pois@unacucinaapois.com o tramite le nostre pagine social!

Seguiteci anche su Facebook | Twitter | Instagram | Pinterest | Google+

Grazie a tutti per averci regalato anche solo qualche minuto della vostra attenzione!

Tanti pois per voi… che poi alla fine sono solo baci!

Ilaria & Serena

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *