Quando il fresco inizia davvero a farsi sentire ed il primo pensiero serale è tornare a casa, cucinare qualcosa di buono, caldo e saporito che ti riscalda prima di tutto l’anima! L’arista di maiale in versione autunnale, in versione Una Cucina a Pois è la ricetta di oggi!

Una tavola imbandita, un boccone rigenerante, l’energia che scaturisce dal un piatto ben preparato, ben assemblato, ben cucinato.

Arista di maiale
Arista di maiale

Un pezzo di arista di maiale del peso di 700/800 gr

2 mele farinose

4 prugne nere

1 bicchiere di vino bianco

una noce di burro

brodo vegetale

olio evo e aromi vari

In un tegame capiente e adatto a questo tipo di cottura (noi utilizziamo un tegame in ghisa) ponete la noce di burro con 4/5 cucchiai di olio evo; fate scaldare e unite l’artista di maiale, facendola rosolare su tutti i lati in modo da non disperdere i succhi della carne.

Sfumate con un bicchiere di vino bianco e aggiungete i vari aromi, come alloro, aglio e rosmarino.

Fate andare a fuoco medio, aggiungendo mano a mano del brodo vegetale caldo; calcolate che ci vorrà all’incirca un’oretta di tempo per la cottura, anzi anche un’oretta e mezza, fino a quando introducendo uno stecchino nella carne, questo non la trapasserà facilmente.

Verso metà cottura unite la frutta sbucciata e fatta a pezzi, di modo che si ammorbidisca ma non venga ridotta a purea.

A termine cottura servite l’artista calda e tagliata a fette, accompagnandola con la frutta cotta e il saporito fondo di cottura.

Dosi per 4/5 persone.

Ilaria & Serena

Arista di maiale
Arista di maiale